Imparata l’arte, l’abbiamo messa da parte.
Per voi, per secoli.

Benvenuti a Carpegna, terra incontaminata dell'Appennino marchigiano dove da secoli l'uomo alimenta la buona tradizione dei prosciutti di alta qualità. La vostra visita, a noi molto gradita, rappresenta una "calma parentesi" nel frettoloso e impersonale universo di internet. Un'occasione unica di conoscere la storia di un antico borgo di montagna diventato famoso nel mondo per il valore della sua arte e per il suo clima gentile, per la natura rigogliosa del suo Parco e per le tentazioni della sua tavola. Per una boccata d’aria, una pausa di relax, un momento di cultura o anche solo per curiosità, benvenuti a Carpegna, terra fertile di mille piaceri. Tra questi il suo inimitabile prosciutto, figlio unico di una natura materna.

Prosciutto Crudo Carpegna San Leo "figlio unico"

 

News

Bisogno di affetto?

Il prosciutto di Carpegna può essere affettato con diverse tecniche, a seconda dei propri gusti.
A mano con un coltello stretto, lungo e ben affilato seguendo le fibre muscolari della carne per ottenere una fetta più consistente alla masticazione Il taglio a macchina consente invece di gustare fette più sottili.

Demo 2

E’ comunque sempre consigliabile affettare il prosciutto poco prima di consumarlo e proteggerlo poi con della carta alimentare, per evitare che l’aria e la luce ne asciughino la superficie, danneggiandolo. Importantissimo nel taglio è non eliminare il grasso che, durante la stagionatura, conferisce dolcezza e morbidezza all’intera coscia. Con osso o disossato, il prosciutto di Carpegna è pronto ad essere affettato alla prima occasione.